RISIEDENDO NEL SESTO SENSO

Estratti da una lettura di Yogi Bhajan - gennaio 2001

"In 11 anni ci muoveremo dall'Era dell'informazione, all'Era sensoriale.
Per sopravvivere, abbiamo bisogno di usare il 6° senso, oltre e sopra i 5 sensi. Ora noi viviamo nei 5 sensi. Siamo emozionali, insicuri e vogliamo sicurezza dal nostro ambiente circostante. Creiamo relazioni che si rompono e business che crollano. Usiamo i nostri Tattwa per emozionare il nostro sistema sensorio.
Razionalizziamo, argomentiamo e creiamo una rete di pensieri. Diamo forma ai nostri pensieri attaccandoci a quello che desideriamo e perdiamo il pensiero originale, che ignoriamo, delegandolo alla mente subconscia che, a sua volta, lo trasmette alla mente inconscia, rendendoci pazzi.
Creiamo pensieri che diventano sentimenti e i sentimenti diventano desideri, finchè diventano nevrosi....
Nell'Era sensoriale non ci sarà insicurezza.... Quando tu trasmetti sicurezza ad un'altra persona, l'altra persona la trasmette a te, diventerete mutualmente un'unità.
Se capite che noi siamo tutti "esseri umani", giungerete ad una comprensione sensoriale e la vita sarà felice.
Una volta che la vostra pratica meditativa è effettiva, capirete immediatamente quello che l'altra persona sta dicendo.... Senza disciplina mentale non potrete fare scelte nella vita ... Finchè noi risiediamo soltanto nei cinque sensi, siamo nei problemi: dobbiamo risiedere nel 6° senso, l'intuizione, che controlla i cinque sensi, i cinque elementi e i nove buchi.
Controllare e dirigere questa trinità è la facoltà dell'essere umano sensoriale.
La Facoltà dell'umano sensoriale sarà da qui all'infinito.
Come entriamo nell'Età dell'Acquario, dobbiamo ricostruire noi stessi come esseri sensoriali."